Catania, sequestrati 2.000 artifizi pirotecnici. Denunciato un soggetto.

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Catania hanno sottoposto a sequestro, in località Belpasso (CT), oltre 1.900 artifizi pirotecnici, del peso di circa 65 kilogrammi, illecitamente trasportati con un mezzo privato da un cittadino italiano.

L’intervento eseguito dai finanzieri del Gruppo di Catania si inserisce nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di controllo del territorio, attuati lungo le rotabili principali della provincia etnea, per contrastare, soprattutto in vista delle imminenti festività di fine anno, i traffici illeciti connessi alla vendita di prodotti pericolosi in spregio alle norme di settore che ne regolamentano il commercio.

In particolare, le Fiamme Gialle, nel corso di una perlustrazione della Zona Industriale di Piano Tavola, sottoponevano a controllo stradale un veicolo condotto da un soggetto residente nel comune di Priolo Gargallo (SR) e, a seguito di ispezione del bagagliaio, rinvenivano il rilevante quantitativo di fuochi d’artificio che il conducente trasportava in assenza delle autorizzazioni previste dalla legge.

Tra i prodotti illegalmente detenuti vi erano anche quelli rientranti nella IV categoria, che, dato l’elevato rischio esplodente, per legge devono possono essere acquistati e maneggiati solo da persone con conoscenze specialistiche, munite di specifica autorizzazione di polizia, rilasciata dopo la frequenza di appositi corsi di formazione.

Al termine delle attività, il responsabile è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Catania per l’illecita detenzione di prodotti esplodenti sanzionata dal codice penale e dal Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza.

Print Friendly, PDF & Email