Catania, sequestro di droga e denunce per furto di energia elettrica

Nella mattinata di ieri, personale del Commissariato Librino unitamente ad agenti delle Volanti, hanno individuato un garage adibito a laboratorio per la coltivazione di marijuana. Sono stati sequestrati a carico di ignoti, altresì, un chilogrammo circa della predetta sostanza nonché è stato denunciato in stato di libertà il catanese M.G., per omessa denuncia del certificato di prevenzione antincendio e per furto di energia elettrica. Inoltre, sono stati denunciati altri 3 soggetti, sempre per furto di energia elettrica. Per i controlli gli agenti si sono avvalsi della collaborazione di personale Enel.

Nello specifico, nell’ambito delle direttive impartire dal Questore volte a intensificare i controlli specialmente in alcune aree delle città ove l’illegalità è maggiormente diffusa, gli agenti si sono recati in viale Bummacaro al fine di controllare un’attività di rivendita di combustibile ad uso domestico. All’esito del controllo, effettuato con l’ausilio dei Vigili del Fuoco, si è proceduto al sequestro di 162 bombole di gas, molte delle quali piene. In particolare, ne è stata rinvenuta una gran quantità all’interno di un garage non a norma, sempre nella disponibilità del rivenditore, con un elevato pericolo per l’incolumità degli abitanti del soprastante complesso popolare. In conseguenza di ciò, l’M.G., è stato deferito in stato di libertà per il reato di omessa denuncia di certificato prevenzione antincendi, le bombole sono state affidate in custodia al fornitore. Nell’occorso altri tre inquilini dell’edificio sono stati denunciati per allacci abusivi alla rete elettrica.

Una successiva ispezione dei locali sottostanti la sede stradale, eseguita anche con l’ausilio di personale delle unità cinofile dell’U.P.G.S.P., ove erano ubicati numerosi garage, ha permesso di concentrare l’attenzione su uno di questi ultimi, sia per l’anomala presenza, nelle vicinanze, di due piccole telecamere ad infrarossi, sia perché era l’unico per

il quale non si era presentato alcuno a rivendicarne la proprietà.  Con l’ausilio dei Vigili del Fuoco, si è fatto accesso all’interno del garage dove sono state rinvenute due confezioni di marijuana, del peso di un chilo circa, 22 grammi di cocaina, un bilancia di precisione e materiale vario per il confezionamento.

Inoltre, da una porticina ricavata su una parete di cartongesso elevata all’interno del locale, si accedeva ad uno spazio ove vi era tutta l’attrezzatura necessaria per la coltivazione di marijuana, in particolare 54 vasi tutti con semi interrati pronti per la produzione e 10 lampade collegate alla rete elettrica comunale. Il tutto è stato sequestrato.

Print Friendly, PDF & Email