Catania, troppe liti con la convivente. Evade dai domiciliari e si presenta alla Polizia.

Quattro arresti a Catania nel fine settimana appena trascorso. Sabato il personale dell’U.P.G.S.P.- Squadra Volante ha tratto in arresto il pluripregiudicato catanese DAINOTTI Umberto, classe ’64, per favoreggiamento personale e resistenza a P.U., nonché denunciato per possesso ingiustificato di chiavi alterate e grimaldelli. Gli agenti sono riusciti a bloccarlo dopo un rocambolesco inseguimento. 

Arrestato per evasione dagli arresti domiciliari, PASTURA Danilo, classe 1993. L’uomo si è presentato spontaneamente presso gli Uffici della Questura, dichiarando di essere sottoposto alla misura degli arresti domiciliari presso la propria abitazione ma di essersi volontariamente allontanato dalla stessa a causa dei continui litigi con la convivente che rendevano impossibile proseguire la coabitazione.

Ed è finito in manette anche un  pregiudicato catanese P. M. G., classe ’75 per minaccia, resistenza e lesioni a P.U. A richiedere intervento degli agenti una donna che chiedeva aiuto  poiché minacciata di morte da parte del compagno. L’uomo è stato trovato fuori dall’abitazione in evidente stato di alterazione, mentre, gli operatori cercavano di farlo calmare li spintonava e con non poche difficoltà è stato fatto salire sulla macchina di servizio, all’interno della quale ha minacciato gli agenti. Non contento, giunto presso gli Uffici della Questura,  si è scagliato contro gli agenti, con calci e pugni.

Un arresto anche nell’ambito dei servizi finalizzati alla lotta allo spaccio. Arrestato il pregiudicato catanese CARUSO Salvatore, classe ’87,  dovrà rispondere anche di evasione dagli arresti domiciliari. L’uomo, trovato in possesso di una somma pari a 80 euro, provento dell’attività di spaccio e otto dosi di sostanza stupefacente di tipo marijuana, è stato associato presso la Casa Circondariale Piazza Lanza di Catania.

Print Friendly, PDF & Email