Comiso. Litiga con la figlia e le spara. È caccia all’assassino

La Polizia di Stato indaga sulla morte di una giovane donna attinta da un colpo d’arma da fuoco in una campagna nel comisano.

In corso una vasta operazione di Polizia che vede impegnati costantemente 30 uomini per la cattura del fuggitivo ancora armato.

Comiso, 22 ott 2014 – La Polizia di Stato è intervenuta in C.da Torrevecchia Carnazza s.n. a Comiso in quanto alle ore 20.20 circa di ieri giungeva una segnalazione al 113 di persona riversa a terra poiché attinta da un colpo d’arma da fuoco.
Sul posto veniva identificata la vittima, A.S donna di 37 anni coniugata e madre di tre figli.
Dalle prime risultanze investigative della Squadra Mobile, coadiuvata dal Commissariato di Comiso e dal Commissariato di Vittoria è emerso che la donna è deceduta a causa del colpo d’arma da fuoco esploso dal padre a seguito dell’ennesimo litigio con il genero e con la stessa figlia.
In corso gli interrogatori delle persone presenti per accertare le modalità dell’esplosione del colpo d’arma da fuoco e delle cause che hanno portato al litigio e poi al ferimento a morte.
Oltre 30 uomini della Polizia di Stato – Squadra Mobile, Squadra Volanti, Commissariati di Comiso e Vittoria) stanno dando la caccia al fuggitivo che si è allontanato per le limitrofe campagne.
Il Pubblico Ministero ha disposto che la salma rimanesse a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per un’eventuale autopsia.
Sul posto stanno completando il sopralluogo gli uomini della Polizia Scientifica per appurare l’esatta dinamica, anche di tipo balistico, di quanto accaduto.

Aggiornamento delle 12:30: E’ stato arrestato l’assassino. Si tratta di Ayed Rafih nato in Tunisia il 12 agosto del 1954.

arreasto-AYED-Rafih

Print Friendly, PDF & Email