Il Commissariato Borgo-Ognina ha effettuato controlli straordinari mirati a contrastare l’illegalità diffusa

CATANIA – Nei giorni scorsi, personale del Commissariato Borgo-Ognina ha effettuato controlli straordinari mirati a contrastare l’illegalità diffusa.

In zona Vulcania, zona oggetto di numerosi esposti da parte dei residenti, nella serata di ieri è sono state sequestrate alcune dosi di marjuana a quattro giovani che sono stati sorpresi a farne uso: gli stessi sono stati segnalati alla Prefettura, ai sensi dell’art. 75 del DPR 309/90 che, oltre alle sanzioni amministrative, prevede l’applicazione di piani terapeutici per il recupero della tossicodipendenza.

A seguire, è stata denunciata una donna, A.M., per il reato previsto dall’art. 727 del codice penale che punisce chi detiene animali in condizioni incompatibili con la propria natura e condizioni biologiche, tali da potergli causare gravi sofferenze.

Infatti, detta donna, così come accertato ed emerso dalle dichiarazioni di alcuni testimoni, poiché lavora fuori Catania per lunghi periodi, in più circostanze ha lasciato il proprio cane in un terrazzo senza cibo, acqua e in mezzo agli escrementi.

Il povero animale è stato spesso soccorso da una residente che si è anche prodigata lanciando del cibo dal proprio balcone in direzione di detta terrazza.

In via Puglia, sono stati indagati in stato di libertà due persone, C.G e N.V, responsabili di furto di energia elettrica realizzato attraverso la manomissione del contatore ubicato presso le proprie abitazioni.

Infine, presso un’abitazione ubicata nel quartiere Picanello, sono state rinvenute 5 munizioni illegalmente detenute: per tale motivo, il responsabile è stato indagato in stato di libertà per il reato di omessa denuncia di detenzione di munizioni all’autorità di P.S. Le cartucce sono state sequestrate.

Print Friendly, PDF & Email