Cuglieri. Carabinieri e forestali sventano suicidio

CUGLIERI – E’ stata la moglie, dal sassarese, a lanciare l’allarme ai carabinieri. La donna 44enne, casalinga, ieri, intorno alle 11.30, si è messa in contatto telefonico con l’operatore della Centrale Operativa dei carabinieri della Compagnia di Ghilarza (OR), riferendo che il marito, nella mattinata, si era allontanato dall’abitazione in preda a forte depressione, recandosi in una scogliera di Cuglieri (OR) da dove si sarebbe lanciato in mare.
Il centralinista, acquisita una foto della località, che l’uomo nel frangente aveva inviato alla moglie attraverso un noto network, hanno subito inviato nella scogliera di Santa Caterina di Pittinuri i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Ghilarza (OR), delle Stazione di Tresnuraghes (OR) e Cuglieri (OR) nonché della Stazione del Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale di Cuglieri (OR).
L’uomo è stato localizzato e rintracciato nel precipizio dell’alta scogliera di “S’Iscala e S’Attentu” dove, nonostante fosse in evidente stato confusionale, è stato convinto dal personale operante a desistere dalle sue intenzioni autolesionistiche.
Poco dopo, i forestali e i carabinieri, hanno affidato il 43enne, operaio nell’oristanese, all’affetto dei familiari frattanto sopraggiunti a Cuglieri.

Print Friendly, PDF & Email