Donne aggredite da branco. Poliziotta fuori servizio non esita ad intervenire

Rimini, 2 dic 2014 – Non ha esitato a compiere il suo dovere la poliziotta della Questura di Rimini che oggi, poco dopo le 14,00, nel transitare libera dal servizio nei pressi del Parco “Cervi” notava quattro uomini che importunavano alcune donne dell’est europeo che normalmente sostano in zona.
Quando la poliziotta realizzava che gli uomini stavano per aggredire fisicamente le donne, abbandonava ogni prudenza e, dopo essersi qualificata, interveniva a difesa delle malcapitate nonostante la sproporzione di numero e di condizione fisica.
Gli energumeni, alcuni dei quali in evidente stato di ebbrezza, desistevano dall’azione nei confronti delle donne e si scagliavano contro la poliziotta che ingaggiava con loro una breve colluttazione che dava a quelle la possibilità di mettersi in salvo ma che gli costava alcuni pugni al volto.
Le immediate ricerche da parte delle forze dell’ordine consentivano l’arresto del più violento del gruppo che veniva individuato da una pattuglia dei carabinieri prontamente intervenuta.
L’arrestato veniva identificato per un cittadino marocchino, di circa 30 anni, munito di regolare permesso di soggiorno, già noto alle forze dell’ordine che già in passato si era reso protagonista di analoghi episodi.
Al termine la poliziotta veniva medicata presso il pronto soccorso dell’ospedale “Infermi” per una sospetta frattura del setto nasale.
Intanto proseguono, da parte di Polizia e Carabinieri, le ricerche degli altri compartecipi all’aggressione.

Print Friendly, PDF & Email