Ebola: infettata una operatrice norvegese di Medici senza frontiere in Sierra Leone

Un’operatrice norvegese di Medici senza frontiere (Msf) in missione in Sierra Leone è stato infettata dal virus ebola e dovrà essere rimpatriata in Norvegia questa notte. Lo hanno annunciato oggi l’organizzazione e le autorità sanitarie del paese scandinavo. “Possiamo confermare che, purtroppo, uno dei nostri dipendenti norvegesi è risultato positivo all’ebola ieri”, ha detto durante una conferenza stampa a Oslo la segretaria generale della sezione norvegese di Msf, Anne Cecilie Kaltenborn. “Gli esami del sangue sono stati effettuati e hanno mostrato che il nostro collega purtroppo è stato infettato”, ha aggiunto.L’operatrice sanitaria, osserva Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, sarà rimpatriata stanotte da Freetown a Oslo. La sua identità e il suo ruolo nell’organizzazione non sono stati resi noti, ma una fonte medica ha detto all’agenzia Afp che “si tratta di una donna di 30 anni, medico norvegese di Msf”.

Print Friendly, PDF & Email