Emergenza furti a Ragusa. Presa di mira, nella notte, l’azienda “AGRISTORE”

L’ennesimo furto a Ragusa. Una escalation che sembra non avere fine. Il colpo, l’ennesimo, la scorsa notte, è durato pochi minuti.

L’impianto d’allarme dell’azienda Agristore, in contrada Tre Casuzze, lungo la provinciale “maltempo” Ragusa –Chiaramonte – ha costretto i malviventi ad allontanarsi dopo aver arraffato, all’interno degli uffici, valori bollati ed un computer portatile, per un valore di oltre 5 mila euro. Sul posto la vigilanza privata e i carabinieri.

Un fenomeno, quello dei furti, che se non arginato in tempo, rischia di diffondersi ulteriormente. Non si tratta più dei vecchi ‘ladri di polli’ quanto di veri e propri criminali che spesso mettono a segno raid notturni capaci di mettere in ginocchio un’azienda, specie se di dimensioni medie o piccole come quelle operanti sul nostro territorio.

È necessario che le Istituzioni diano un segnale significativo della loro presenza sul territorio: da un lato confortando gli imprenditori, che al contrario si sentono abbandonati (intensificando i controlli nelle aree maggiormente a rischio) e dall’altro, mostrando la certezza della Legge nei confronti di chi procura un ingiusto danno agli imprenditori che provano a svolgere il proprio lavoro onestamente.

Marcello Digrandi

Print Friendly, PDF & Email