Giallo a Vittoria: tentato suicidio o tentato omicidio?

Vittoria (RG), 20 ago 2014 (ITALREPORT) – Un vero e proprio giallo quello che dovrà risolvere il vice questore Rosario Amarù, dirigente del commissariato di Vittoria, e i suoi collaboratori.

Stamani, intorno alle 11,45 una telefonata smistata al 113, ha avvertito  l’operatore, che sulla via Bologna in fondo, in prossimità della chiesa di San Domenico Savio, giaceva agonizzante sull’asfalto, un giovanissimo con una vistosa ferita d’arma da fuoco alla bocca. Immediatamente è stato avvertito il commissariato, e sul posto si sono portati gli agenti di una volante, che hanno a loro volta, richiesto l’intervento del 118. Il giovane è stato trasportato in ambulanza presso il nosocomio locale, e successivamente, considerata la gravità delle sue condizioni, è stato trasferito in elicottero a Catania.

A pochi metri da dove giaceva il giovane, gli agenti di Vittoria, coadiuvati dai loro colleghi della mobile iblea e da quelli della scientifica, hanno rinvenuto una pistola calibro 6,35, che probabilmente è la stessa da cui è partito il colpo che lo ha ferito.

L’arma ha ancora impresso il numero di matricola, quindi la polizia dovrà accertare a chi appartiene e se risulta nell’elenco di quelle rubate. Inoltre,  si dovrà fare luce su quanto è realmente accaduto,  se lo stesso giovane ha tentato di togliersi la vita, o se un’altra persona gli ha sparato.

Le riconosciute capacità investigative del dottore Amarù e dei suoi uomini, lasciano ben sperare e non è escluso che in poche ore, il mistero possa essere risolto.

Print Friendly, PDF & Email