Giarre. Servizio straordinario di controllo del territorio: Due gli arresti e quattro i denunciati

GIARRE (CT) – I Carabinieri della Compagnia di Giarre, coadiuvati dai colleghi delle Stazioni dipendenti e della Compagnia d’Intervento Operativo del Battaglione “Sicilia”, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nell’ambito del piano denominato “Modello Trinacria”, ottenendo i seguenti risultati:

Arrestato a Mascali un 56enne, già gravato da pregiudizi penali, per maltrattamenti in famiglia. Ieri l’uomo, a seguito di una lite scaturita per futili motivi, alla presenza del nipote minorenne ha aggredito a calci e pugni le figlie maggiorenni, procurandogli delle contusioni in varie parti del corpo. I militari, prontamente intervenuti, su segnalazione di un anonimo, hanno bloccato il reo nella propria abitazione in evidente stato di agitazione, accertando altresì che tali condotte violente si ripetevano da circa un anno. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato ristretto in un altro domicilio in attesa di essere giudicato con il rito per direttissima;

Arrestato a Mascali un 64enne, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale di Catania. L’uomo, non rassegnandosi per la fine della relazione sentimentale con l’ex moglie, ha iniziato ad avere delle condotte persecutorie ed in più circostanze ha pedinato, molestato, minacciato ed ingiuriato la donna procurandole un perdurante stato d’ansia. Il giudice concordando in pieno con le risultanze investigative prodotte dai Carabinieri ha ritenuto opportuno ordinarne l’arresto e la detenzione domiciliare.

Denunciati un 52enne ed una 42enne, entrambi di Riposto, per aver violato gli obblighi connessi alla custodia dei rispettivi mezzi, già sottoposti a sequestro amministrativo;

Denunciati un 41enne ed un 26enne, entrambi di Giarre, per ricettazione. I militari hanno proceduto ad una perquisizione domiciliare nell’abitazione dei predetti rinvenendo nella loro disponibilità una Fiat Panda risultata rubata il 30 gennaio scorso a Catania.

Inoltre è stato segnalato alla Prefettura di Catania un 44enne, di Santa Venerina, poiché trovato in possesso di modiche quantità di sostanze stupefacenti.

Nel medesimo contesto operativo i militari hanno controllato 25 persone, 15 veicoli, eseguite 3 perquisizioni personali ed 1 domiciliare, elevando 6 sanzioni al codice della strada per un valore complessivo di 1.100 euro.

Print Friendly, PDF & Email