Giulianova. I Carabinieri arrestano gli autori di alcune rapine

I Carabinieri della Compagnia di Giulianova nel pomeriggio di domenica 19 hanno arrestato per in furto in abitazione Luigi RANUCCI, 44enne Siciliano, residente a Bellante. L’uomo, poco prima, forzando la porta d’ingresso, si era introdotto all’interno di un’abitazione di Mosciano Sant’Angelo, asportando oro, gioielli, nonché una cassa acustica con annesso amplificatore. Alcuni residenti vedendo una macchina sospetta allontanarsi hanno avvisato i Carabinieri, che, raccolti i necessari indizi hanno individuato ed intercettato il RANUCCI mentre proseguiva in direzione Giulianova. Al momento del fermo, l’uomo è stato trovato in possesso di alcuni arnesi da scasso, sequestrati nonché dell’intera refurtiva restituita immediatamente al legittimo proprietario. Dopo le formalità di rito RANUCCI è stato trattenuto nelle celle di sicurezza del comando Compagnia a disposizione dell’A.G. di Teramo. Nella giornata di ieri, al termine dell’udienza di convalida, il Giudice ha disposto il trasferimento presso il carcere di Castrogno.
Il Capitano Calore, tutt’ora impegnato nelle indagini relative al recente fatto di sangue accaduto a Giulianova, sottolinea l’importanza della collaborazione dei cittadini nel segnalare qualunque situazione sospetta, o comunque degna di attenzione, soprattutto con l’arrivo della stagione estiva.

ROSETO D.A.

I Carabinieri della Stazione di Roseto degli Abruzzi, nel pomeriggio di ieri hanno arrestato su ordine della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Teramo Samuele ROMANI, 27enne del luogo. Il giovane, che adesso si trova ristretto nel carcere di Teramo, è stato condannato alla pena detentiva di due anni e quattro mesi, a seguito di un cumulo di pene per i reati di rapina, ricettazione e detenzione abusiva di armi, commessi in Roseto degli Abruzzi nell’agosto del 2011.

FURTO AL GLOBO. I CARABINIERI DENUNCIANO UNA DONNA

Infine, sempre i Carabinieri della locale Compagnia ieri sera hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Teramo, C.F.S., 31enne rumena domiciliata in Parma. Verso le ore 20.00, la donna all’interno del negozio “GLOBO” sito sul lungomare Spalato, si è impossessata di tre paia di scarpe da donna e dopo averle celate all’interno di una borsa, tentava di allontanarsi, senza riuscirci poiché bloccata dai dipendenti del negozio allertati dal sistema antitaccheggio situato all’ingresso. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri allertati dalla responsabile del punto vendita. La giovane rumena è stata accompagnata presso la caserma dei Carabinieri di Giulianova per gli accertamenti di rito, al termine dei quali è stata denunciata in stato di libertà, mentre la refurtiva è stata restituita all’avente diritto.

Print Friendly, PDF & Email