Giulianova. Rubano in autovettura: Arrestati due rom

GIULIANOVA – L’estate è ormai iniziata e con essa anche i furti sulla spiaggia e sulle autovetture dei bagnanti. Per arginare tale fenomeno il Cap. Domenico Calore ha disposto il potenziamento dei servizi preventivi lungo tutta la costa, anche con pattuglie a piedi e in abiti “simulati”, allo scopo di far sentire maggiormente la vicinanza dell’Arma alla popolazione.

In tale contesto, nel tardo pomeriggio del 29 luglio 2016, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di questa Compagnia hanno arrestato con l’accusa di furto aggravato in concorso, Guerino DI ROCCO, 53enne di Giulianova, e Maurizio DI ROCCO, 48enne di Notaresco, domiciliato a Montorio al Vomano, entrambi di etnia ROM già noti per fatti di giustizia. I due malviventi, dopo aver forzato la portiera lato guida di una Fiat Panda parcheggiata sul Lungomare Zara, hanno rubato un borsello contenente carte di credito, documenti personali e settanta euro contanti, dileguandosi a bordo di una Peugeot. Per loro sfortuna tutta l’azione non è sfuggita a due Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, in servizio proprio per arginare i reati predatori. Immediatamente è scattato l’inseguimento ed il successivo arresto dei responsabili. La refurtiva è stata interamente recuperata e restituita al legittimo proprietario.

Dopo le formalità di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, i due arrestati sono stati tradotti presso le rispettive abitazioni agli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida fissata per le ore 12.00 odierne.

Alle prime ore dell’alba, i Carabinieri di Roseto degli Abruzzi  hanno segnalato in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Teramo per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, A.S., 22enne della provincia di Rieti, in vacanza a Pineto. Nel corso di  mirati servizi, il giovane, a seguito di perquisizione domiciliare eseguita d’iniziativa, è stato trovato in possesso di trenta grammi di hashish, sequestrati.

I Carabinieri della Stazione di Mosciano Sant’Angelo, mercoledì scorso, hanno arrestato Domenico DI ROCCO, 40enne del luogo, di etnia ROM, già noto alle forze dell’ordine per fatti di giustizia. L’uomo è stata colpito da un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Macerata, per un cumulo di pene a seguito di condanne per ricettazione, furto, evasione, lesioni personali ed altro. Dopo le formalità di rito è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Teramo, ove dovrà scontare la pena di nove anni, dieci mesi e diciotto giorni di reclusione.

Print Friendly, PDF & Email