Gravina di Catania. Servizio straordinario di controllo del territorio: Sei persone denunciate

Gravina di Catania – I Carabinieri della Compagnia di Gravina di Catania, coadiuvati dai colleghi della Compagnia d’Intervento Operativo del Battaglione “Sicilia” e da personale della Guardia di Finanza, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nell’ambito del piano denominato “Modello Trinacria”, ottenendo i seguenti risultati:

  • denunciata una 52enne per truffa e falsità in scrittura privata ai danni di un anziano;
  • denunciata una 26enne per truffa;
  • denunciata un uomo di Fiumefreddo di Sicilia per porto di armi od oggetti atti ad offendere poiché, controllato a bordo della propria autovettura, è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico con una lama di lunghezza superiore ai 10 cm.;
  • denunciata un 47enne per maltrattamenti in famiglia e minacce nei confronti della convivente;
  • denunciata un 26enne per essersi appropriato indebitamente dell’autovettura Peugeot 308 presa a noleggio a San Giovanni La Punta (CT);
  • denunciato un 56enne per furto di energia elettrica. I militari, coadiuvati da personale tecnico dell’Enel, hanno accertato che l’uomo aveva manomesso il contatore della propria abitazione allacciandosi direttamente alla rete elettrica;
  • denunciato un 31enne, già gravato da pregiudizi penali, per furto di energia elettrica e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. I militari durante una perquisizione domiciliare nell’abitazione dell’uomo hanno rinvenuto e sequestrato 25 grammi di marijuana, oltre ad accertare, con personale tecnico dell’Enel, che lo stesso aveva allacciato abusivamente l’impianto elettrico della propria abitazione alla rete pubblica.

Segnalato alla Prefettura di Catania cinque giovani per uso personale di sostanze stupefacenti, poiché trovati in possesso di due grammi di marijuana.
Nel medesimo contesto operativo i militari hanno controllato 70 persone, 25 veicoli, di cui quattro sottoposti a sequestro amministrativo, eseguite 14 perquisizioni personali e 2 domiciliari ed elevate 25 sanzioni al codice della strada per un valore complessivo di 17.500 euro.

Print Friendly, PDF & Email