Guida sotto effetto di stupefacenti, avviata nel ragusano la campagna di prevenzione della Polizia di Stato

Anche in provincia di Ragusa è stata avviata la campagna preventiva della Polizia di Stato contro la guida sotto l’effetto di stupefacenti.

I primi controlli sono stati effettuati nella notte tra sabato e domenica di giorno 09 luglio. Sono state impiegate 8 pattuglie ed 1 unità cinofila, tra l’una e le sette del mattino, in punti strategici del territorio ibleo. In località Sampieri, nell’arco della nottata sono state 100 le persone controllate, 10 le persone trovate positive all’alcoltest (di cui 6 responsabili di violazioni amministrative e 4 responsabili di violazioni penali) e 2 all’uso di cannabis e di cocaina.

Durante i controlli, le persone sospettate di essere sotto l’effetto di sostanze stupefacenti sono state  condotte sull’unità mobile, dove, oltre all’osservazione clinica, veniva loro effettuato il DRUG TEST consistente in un prelievo di saliva, mediante un tampone contenuto in una busta sigillata, aperta dallo stesso utente, ed il successivo inserimento in un dispositivo apposito in grado di rilevare, nel giro di 9 minuti, 7 diverse sostanze.

Sui campioni prelevati è stato effettuato un ulteriore esame quantitativo, presso il Centro Tossicologico forense della Polizia di Stato di Roma, che ha dato conferma sulle droghe assunte.

Secondo i dati statistici forniti, in  provincia di Ragusa si registra un calo, negli ultimi anni, dei soggetti alla guida riscontrati positivi ai test. Si è passati infatti dai 143 del 2009 ai 72  del 2016. Ad oggi, per il 2017, risultano 50 i soggetti positivi all’alcol e 2 sotto l’effetto di stupefacenti. E’ da evidenziare come si sia registrato un picco tra il 2011 e il 2013 (oltre 200 soggetti) per poi nel 2014 rientrare con numeri inferiori al centinaio.

I primi due anni di sperimentazione in 80 province hanno evidenziato la indubbia efficacia, in termini di contrasto del fenomeno della guida in stato di alterazione psicofisica: infatti, da maggio 2015 a maggio 2017, su circa 39 mila conducenti controllati, 2088 sono stati riscontrati su strada positivi all’ alcool (il 15%) e 675 ad almeno una sostanza stupefacente (2 %). La novità della sperimentazione sta nel fatto che i controlli prevedono, oltre all’utilizzo del DRUGTEST, la presenza, ai posti di blocco di un medico e di personale infermieristico, in grado di seguire le varie fasi degli accertamenti.

Print Friendly, PDF & Email