“Il monumento ai Caduti di piazza S. Giovanni a Ragusa depredato da balordi”

rino durante

Ragusa, 5 novembre 2014 – “Accolgo e rilancio l’appello proveniente dal rag. Gianni Iurato, appassionato di storia locale, perché sia agevolato il recupero degli oggetti trafugati, probabilmente durante queste settimane d’autunno, dal monumento dedicato ai caduti ragusani nella Grande guerra, sito sul sagrato di piazza San Giovanni, in corso Italia”. Lo dichiara il presidente dell’associazione “Ragusa in Movimento”, Mario Chiavola, che, anche nella qualità di rappresentante del laboratorio politico 2.0, sollecita gli organi competenti ad intervenire per salvaguardare ciò che resta del monumento. “Una comunità senza passato, senza memoria – aggiunge Chiavola – non si può definire tale. Per cui è opportuno che l’Amministrazione comunale, che più volte ha messo in luce l’argomento in questione senza però dare mai un seguito concreto, pensi ad attivare delle telecamere di sorveglianza nelle zone sensibili del centro storico superiore per evitare che lo stesso continui ad essere depredato come purtroppo è accaduto anche di recente. Il rag. Iurato segnala che è stata trafugata, dal monumento, una pregiatissima artistica stele di bronzo raffigurante una corona di alloro del diametro di 80/100 centimetri. E già in passato un altro furto del genere si sarebbe consumato dal sito in questione. Il tutto avviene sotto gli occhi dei ragusani. Non sappiamo se gli autori di questo deprecabile gesto siano balordi o dei collezionisti. Quello che sappiamo è che non c’è rispetto per l’eterno dolore dei nostri padri che hanno partecipato ad un evento di portata storica come la Prima guerra mondiale e che per la Patria sono deceduti. Chiediamo all’Amministrazione comunale di individuare gli adeguati correttivi per evitare, quanto meno, che continuino a registrarsi dei furti nel sito in questione”.

Print Friendly, PDF & Email