Incendia sterpaglie e cerca di dileguarsi, arrestato dai Carabinieri di Strongoli

Aveva dato fuoco ad alcune sterpaglie al limite del terreno di sua proprietà facendo divampare un vasto incendio per poi perderne il controllo e darsi alla fuga. Questo quanto accertato dai Carabinieri di Strongoli che nella giornata di ieri hanno arrestato D.P., pensionato settantenne del luogo, con precedenti penali.

L’uomo, incurante delle molteplici controindicazioni e divieti legati al periodo estivo ed alle temperature elevate, intento a suo dire a bonificare il limite della sua proprietà sita in località Salinella a Strongoli Marina, incendiava le sterpaglie incurante del fatto che a pochi metri da lui sorgeva un deposito di bombole di gas, elemento che avrebbe potuto trasformare una vicenda già grave in un potenziale disastro.

Proprio per la presenza del deposito di gas è stato provvidenziale il repentino intervento dei Carabinieri di Strongoli che a seguito di alcune segnalazioni sono intervenuti sul posto unitamente ai Vigili del Fuoco, già impegnati nella gestione di un altro focolaio in un area non molto distante.

Attivate le procedure di gestione dell’incendio i militari hanno individuato l’autore del rogo nei dintorni del terreno mentre tentava di allontanarsi. L’uomo, fermato, ha ammesso le sue colpe e ha consegnato ai militari anche l’accendino utilizzato.

L’incendio, domato in seguito dai Vigili del Fuoco del distaccamento di Cirò Marina, ha interessato una superficie di 5.000 metri quadri. Il pensionato su disposizione del Pubblico Ministero di turno della Procura della Repubblica di Crotone, è stato posto agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo ove dovrà rispondere dell’accusa di incendio doloso.

Print Friendly, PDF & Email