Lite tra marito e moglie: Lui accoltella l’amico di lei che l’aveva accompagnata al pronto soccorso

ALBA – E’ già rinchiuso nel carcere di Asti L. G. operaio incensurato 50enne di Castagnito (CN) che la stanotte ha inferto quattro coltellate alla schiena e ferito seriamente ad un occhio un amico di sua moglie.
L’uomo è stato arrestato dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di ALBA con le accuse di tentato omicidio aggravato, lesioni aggravate e porto ingiustificato di un coltello.
Il tutto è iniziato nell’abitazione dei due a Castagnito. Nel corso di una lite coniugale, originata dai primi accertamenti per crisi di coppia e gelosie di lui, dalle parole si è subito passati alle sberle. La moglie, una casalinga 48enne di Alba, è scappata di casa per evitare di subire ulteriori violenze dal marito e recarsi in ospedale per farsi medicare per le lievi lesioni riportate. Al pronto soccorso, mentre era in attesa, è stata poi raggiunta da un suo amico, un 50enne di Asti, che aveva evidentemente chiamato per avere un sostegno.
Dopo qualche minuto al pronto soccorso giungeva però anche il marito, furibondo e armato di un coltello a serramanico, si avventava sull’uomo ferendolo alla schiena con quattro fendenti e graffiandogli gravemente un occhio. Il personale sanitario allertava i carabinieri sul numero d’emergenza 112 su quanto stava accadendo ed in pochi istanti sul posto giungevano due gazzelle del Radiomobile che bloccavano immediatamente l’operaio prima che vi fossero ben più gravi conseguenze.
Il ferito si trova tuttora ricoverato in ospedale ma non è in pericolo di vita, destano tuttavia qualche preoccupazione la lesioni riportate all’occhio ed anche la donna è stata medicata per le lesioni riportate.
I militari dell’Arma per tutta la notte hanno raccolto la deposizione del personale sanitario e delle persone in attesa che avevano assistito all’accoltellamento all’interno dell’ospedale.
L’arrestato intanto, su disposizione del P.M. di turno della Procura della Repubblica di Asti, è stato rinchiuso nella Casa Circondariale di Quarto d’Asti ed a breve sarà interrogato circa le gravi accuse contro di lui.

Print Friendly, PDF & Email