Lotta allo spaccio e detenzione di droga a Vittoria. I carabinieri effettuano tre arresti

Finiscono in manette  due maghrebini con precedenti specifici, Fazani Khaled, cl. 83, e Jaballah Fouad, cl. 86, sorpresi nel centro cittadino con cocaina e denaro contante.

Gli arresti sono stati effettuati dai Carabinieri della locale Compagnia nel corso delle numerose perquisizioni, personali e domiciliari,  nella centralissima Piazza Manin, finalizzate a contrastare attivamente la detenzione e lo spaccio di sostanza stupefacente, specie tra i giovani e nei luoghi di loro principale aggregazione.

L’atteggiamento nervoso ed agitato dei due, durante un normale controllo, ha subito insospettito i militari che li hanno perquisiti, rinvenendo nelle loro disponibilità quasi 30 grammi di cocaina e 185 euro in contanti, ritenuti il provento dell’attività di spaccio: droga e denaro rinvenuti sono stati sottoposti a sequestro penale.
E’ scattato così l’arresto per i cittadini tunisini che, dopo essere stati condotti presso la caserma di via Garibaldi e espletate le formalità di rito, sono stati associati alla Casa Circondariale di Ragusa, a disposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale ibleo, dott.ssa Giulia Bisello, dinanzi alla quale dovranno rispondere del reato di detenzione ai fini di spaccio.

La droga sequestrata, invece, è già stata inviata presso il Laboratorio di Sanità Pubblica dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Ragusa al fine di stabilirne il principio attivo e il numero di dosi ricavabili, tenuto conto anche dell’ingente quantitativo rinvenuto.

E sempre a Vittoria, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile nell’ambito dei controlli antidroga,hanno tratto in arresto un vittoriese incensurato, Cultraro Vincenzo cl. 89, trovato in possesso nella sua abitazione di oltre mezzo chilo di hashish, suddiviso in ben cinque panetti occultati in diverse stanze della casa.

La perquisizione è stata effettuata in collaborazione con i  militari del Nucleo Cinofili di Nicolosi (CT), che hanno impiegato il cane Ivan, al cui fiuto non sono sfuggite le dosi occultate.

All’interno dell’abitazione  è stato rinvenuto anche un bilancino perfettamente funzionante e 655 euro in contanti ritenuti provento dell’attività di spaccio, il tutto sottoposto a sequestro penale.

Condotto presso la caserma di via Garibaldi, il 28enne, al termine delle formalità di rito, è stato posto al regime degli arresti domiciliari presso la propria abitazione, a disposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale ibleo, dott.ssa Monica Monego, dinanzi alla quale dovrà rispondere del reato di detenzione ai fini di spaccio.

La droga sequestrata, invece, è già stata inviata presso il Laboratorio di Sanità Pubblica dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Ragusa al fine di stabilirne il principio attivo e il numero di dosi ricavabili.

Di seguito le foto degli arrestati 

Print Friendly