Mafia: Estorsioni e minacce, 5 arresti a Agrigento

AGRIGENTO – Un’associazione mafiosa operante nella zona tra Canicattì e Camastra, nell’agrigentano, è stata scoperta e bloccata dagli agenti della Squadra mobile di Agrigento.

I 5 arrestati sono tutti accusati di associazione mafiosa, estorsione, danneggiamenti a mezzo incendio, detenzione illegale di armi comuni da sparo e da guerra. Tra i 5 spiccani i nomi di Calogero Di Caro, ritenuto il capo mandamento di Canicattì (Ag), Rosario Meli ed il figlio Vincenzo di Camastra (Ag).
Le indagini, iniziate nel 2012, hanno permesso ai poliziotti di svelare tutte le attività illecite del capo mafia di Camastra e i vari collegamenti che aveva con gli esponenti di spicco del clan di Canicattì. Inoltre, tramite intercettazioni telefoniche e ambientali, gli agenti hanno ricostruito tutte le attività estorsive e di controllo del territorio fino a Sciacca.

 

Print Friendly, PDF & Email