Mafia. Lumia (Pd) al governo: “Felice Maniero fa affari con la Pubblica Amministrazione?”

Roma, 11 giugno 2015 – Da un’inchiesta della trasmissione televisiva Report si apprende che Felice Maniero, il bandito della ‘mala del Brenta’, “avrebbe la residenza in un paesino del Veneto, Campolongo Maggiore (Venezia), dove è nato e cresciuto, ma sorprendentemente il suo indirizzo di residenza corrisponde a quello di un rifugio per senzatetto, ovvero ad un indirizzo fittizio che l’amministrazione riserva proprio ai senza fissa dimora. Ma la cosa più singolare è che, attraverso una finta identità (Luca Mori), pare sia il rappresentate legale di una società che opera nel settore delle acque depurate e che fa affari con la pubblica amministrazione, utilizzando anche ‘marchi ministeriali’”. Lo scrive il senatore del Pd Giuseppe Lumia, componente della commissione parlamentare antimafia, in un’interrogazione al governo.
Nell’atto di sindacato ispettivo Lumia chiede: “quale sia la posizione di Felice Maniero oggi nei confronti della giustizia; se corrisponda al vero il fatto che il figlio è titolare di rapporti di collaborazione con la pubblica amministrazione locale, regionale e nazionale e di che tipo; se il Ministero delle politiche agricole intenda chiarire in modo inequivocabile la sua posizione rispetto alle dichiarazioni rese dallo stesso Maniero”, che conferma la concessione del patrocinio da parte del Ministero.

Per il testo integrale dell’interrogazione clicca qui.

Print Friendly, PDF & Email