Massacra di botte la moglie. Provvidenziale l’intervento dei CC che bloccano l’uomo scongiurando il peggio

I Carabinieri della Stazione di Motta Sant’Anastasia (CT) hanno arrestato nella flagranza un 39enne, del luogo, per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali.
Ieri sera, una pattuglia, a seguito di una segnalazione al 112 per lite familiare da parte di un anonimo cittadino, è intervenuta nell’abitazione dell’uomo in un evidente stato di agitazione. I Carabinieri, nella circostanza, hanno accertato che il reo poco prima, per futili motivi, aveva aggredito e picchiato la moglie, una 36enne, colpendola a calci e pugni e che questa situazione perdurava da oltre un anno.
La vittima è stata trasportata e medicata all’ospedale Santissimo Salvatore di Paternò dove i sanitari l’hanno ricoverata a seguito delle ferite lacerocontuse all’arcata sopraccigliare sx e della frattura del pavimento orbitale sx, con una prognosi di 30 giorni.
L’arrestato è stato ristretto nel carcere di Piazza Lanza, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Print Friendly, PDF & Email