Mesoraca, spara al genero. Arrestato dai Carabinieri per tentato omicidio

Questa mattina i Carabinieri del NORM – Aliquota Operativa e Radiomobile della Compagnia di Petilia Policastro unitamente ai militari della Stazione di Mesoraca, hanno tratto in arresto S. M. nato a Mesoraca (KR) nel 1936, pensionato, censurato, ritenuto responsabile di aver attinto con dei colpi d’arma da fuoco il genero G.S. nato a Mesoraca nel ’55.

La causa dell’insano gesto sarebbe da addebitare a dissidi di natura privata in ambito familare. I fatti sono avvenuti attorno alle 11.20 circa nella piazza centrale del paese, in prossimità dell’incrocio tra Via Pipino e Via Nazionale, dove il pensionato avrebbe esploso, contro il genero, n. 2 colpi d’arma da fuoco con una pistola “Beretta” semiautomatica cal. 7,65 con matricola abrasa.

La vittima, elitrasportata presso l’ospedale civile di Catanzaro e stata riscontrata affetta da due ferite effettuate con un’arma di piccolo calibro all’addome, altezza stomaco, una passante ed una penetrante, per le quali è ricoverato in prognosi riservata nel reparto di chirurgia non in pericolo di vita.

Nel corso del sopralluogo sono state rinvenute e repertate n. 6 munizioni e nr. 1 bossolo calibro 7.65 unitamente alla pistola, abbandonata in un cestino dei rifiuti ivi presente, le quali venivano poste sotto sequestro per gli accertamenti del caso.

L’arrestato è stato tradotto presso la casa circondariale di Crotone con l’accusa di tentato omicidio, ricettazione, detenzione illegale e porto di arma clandestina, danneggiamento aggravato ed esplosioni pericolose. Le indagini sono ancora in corso per accertare eventuali ulteriori profili d’interesse.

Print Friendly, PDF & Email