Messina. Rapina alle Poste di Villa Dante. La Polizia individua e arresta il rapinatore in poche ore

MESSINA – Bomberino nero, pantaloni a stampa mimetica e pistola in mano. Ha messo a segno così la rapina all’agenzia 11 delle Poste vicino Villa Dante, martedì mattina, ore 13.00 circa. Ha puntato l’arma e si è fatto consegnare dall’impiegato quanto aveva in cassa: 1585 euro. Poi via di corsa.

Agli investigatori della Squadra Mobile è stato sufficiente visionare le immagini del sistema di video sorveglianza per riconoscere l’autore della rapina, personaggio noto alle forze di polizia, con precedenti ed in atto sottoposto alla sorveglianza speciale nel comune di S.Agata Militello. Trattasi di MUSSILLO Domenico, 25 anni, messinese.

Le successive indagini hanno consentito di ricostruire il modus agendi del rapinatore e gli spostamenti nel corso della mattinata durante la quale ha messo a segno la rapina. Il ragazzo infatti aveva avuto un permesso per raggiungere una struttura ospedaliera cittadina ed effettuare dei controlli medici terminati i quali, invece di rientrare a Sant’Agata Militello, ha deciso di rapinare l’agenzia delle Poste.

I poliziotti, dopo ampie ricerche, lo hanno rintracciato ieri pomeriggio, nel rione Mangialupi. Ha subito ammesso di essere l’autore della rapina. Rinvenuti e sequestrati il bomberino nero e i pantaloni con i quali è stato ripreso dalle telecamere. Sottoposto a fermo per il reato di rapina aggravata, il venticinquenne, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato trasferito presso la locale casa circondariale.

Print Friendly, PDF & Email