Modica. La polizia individua due topi di appartamento, incastrati dalle impronte digitali

MODICA – La Polizia di Modica a seguito di un’attività investigativa  ha smascherato due pregiudicati catanesi che, in tempi e circostanze diverse, hanno svaligiato due distinte abitazioni.
A consentire l’individuazione dei due malviventi è stata l’abilità del poliziotto che ha rilevato le impronte appartenenti all’autore del furto, dopo aver escluso tutte quelle appartenenti alla famiglia. I rilievi tecnici effettuati dalla Polizia  Scientifica consentivano di repertare impronte digitali le cui comparazioni venivano successivamente associate agli autori dei furti, già noti alle FF.OO.
Si tratta di due catanesi  di 59 e 39 anni, entrambi con diversi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio e già sottoposti a misure di prevenzione, che nel giugno del 2011 il primo  e nel luglio 2007 il secondo, avevano svaligiato due distinte abitazioni di Modica, asportando numerosi oggetti in oro del  valore complessivo di diverse migliaia di  euro.
A tradire i due ladri, a distanza di anni sono , sono state le impronte  digitali che gli stessi avevano lasciato all’interno delle abitazioni e rilevate dalla Polizia Scientifica di Modica.
L’attività incessante della Polizia di Stato riesce a dare i suoi frutti anche a distanza di anni, assicurando alla Giustizia gli autori dei reati. Infatti, i due catanesi ora dovranno rispondere del reato di furto aggravato commesso da ciascuno in tempi diversi.

Print Friendly, PDF & Email