Mosciano, Silvi e Giulianova: Quattro arresti per evasione, furto aggravato e spaccio di sostanze stupefacenti.

Continua incessante l’impegno dei Carabinieri finalizzato a contrastare i reati in genere, con particolare attenzione alle località costiere.

Mosciano Sant’Angelo – Alle ore 23.30 del 16 giugno 2015, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di questa Compagnia, agli ordini del Maresciallo Aiutante Paolo GENTILE, hanno arrestato in flagranza del reato di evasione Alfredo GUARNIERI, 71enne di etnia rom, ben noto per fatti di giustizia. Lo stesso, sottoposto alla “detenzione domiciliare” a seguito di condanna definitiva per furto aggravato, nel corso di un controllo non è stato trovato a casa, facendo scattare immediatamente le ricerche. Poco dopo i militari lo hanno rintracciato in un ristorante del luogo, mentre mangiava tranquillamente con un parente, incurante delle prescrizioni impostegli. Dopo aver interrotto “bruscamente” la cena, il Guarnieri è stato arrestato con l’accusa di evasione e ricondotto presso l’abitazione agli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida fissata per il giorno dopo. Il Giudice del Tribunale di Teramo, dopo aver convalidato l’arresto, ha ripristinato la misura degli arresti domiciliari.

Silvi Marina – Nel pomeriggio del 18 giugno 2015, i Carabinieri della Stazione di Silvi, agli ordini del Luogotenente Antonio TRICARICO, hanno nella flagranza del reato di furto aggravato in concorso Daniel Adrian BANASEANU, romeno 41enne, senza fissa dimora, già noto per fatti di giustizia, e denunciato in stato di libertà per lo stesso reato il figlio 17enne. I predetti, dopo essere entrati nel supermercato “IperSimply” ubicato nel centro commerciale “Universo” di Silvi, si sono impossessati di prodotti alimentari e profumi, per un valore quantificato in trecento euro, dileguandosi a piedi. Il personale della sicurezza dell’esercizio ha immediatamente avvisato i Carabinieri della Stazione di Silvi, che sono prontamente intervenuti bloccando i due malviventi. La refurtiva è stata interamente recuperata e restituita al legittimo proprietario. Dopo le formalità di rito, il minore è stato affidato ad una casa famiglia del luogo, mentre il padre, dopo una nottata in camera di sicurezza, nella mattinata è stato tradotto presso il Tribunale di Teramo per l’udienza di convalida.

Giulianova – Nella serata di ieri 18 giugno 2015 i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Giulianova, hanno arrestato in flagranza di reato di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso due conviventi di Giulianova, Massimo FARICELLI, 42enne, già noto per fatti di giustizia, e Giulia DI ROCCO, 24enne, di etnia rom, incensurata.
Da alcuni giorni i Carabinieri del Nucleo Operativo monitoravano il comportamento dei due, poiché negli ultimi tempi nei pressi della loro abitazione erano stati segnalati “movimenti sospetti”. Ieri sera i militari hanno deciso di agire, sorprendendo i due mentre cedevano due dosi di sostanza stupefacente (una di  cocaina e l’altra eroina) a due assuntori di Roseto degli Abruzzi. La cosa “singolare” è quella che la Di Rocco ha effettuato lo scambio, in concorso con il marito, mentre spingeva il passeggino con il figlio di pochi anni (evidentemente per non destare sospetti). Nel corso della successiva perquisizione domiciliare, i militari hanno rinvenuto venticinque grammi di eroina e ventuno di cocaina, già suddivisi in dosi, un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento dello stupefacente, il tutto sottoposto a sequestro. Dopo le formalità di rito il Faricelli è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Teramo, mentre la Di Rocco è stata tradotta agli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida fissata per la mattina di oggi.

Print Friendly, PDF & Email