Napoli. Esplode una fabbrica di fuochi di artificio a Qualiano: Tre morti e tre feriti

Napoli, 13 maggio 2015 – I Vigili del Fuoco sono intervenuti questa mattina alle ore 9,  per un’esplosione che si è verificata in una fabbrica di fuochi d’artificio a Qualiano. Le cause dello scoppio e il successivo incendio, secondo i primi rilievi, potrebbero essere accidentali. Purtroppo il bilancio è grave: Sono tre i morti accertati e tre i feriti. Una delle vittime si chiamava Luigi Capasso, aveva 44 anni ed è morto subito. Gabriele Vallefuoco, 66 anni, è deceduto all’ospedale di Pozzuoli e Raffaele Schiattarella, 53 anni, è morto in ospedale nel primo pomeriggio al Cardarelli.
“Il mio pensiero va alle persone che hanno perso la vita – dichiara della Sottosegretaria Bellanova – oggi in seguito all’esplosione nella fabbrica Schiattarella nell’hinterland di Napoli. Aspettiamo di capire, con il lavoro di indagine della polizia e dei vigili del fuoco, cosa abbia provocato la deflagrazione e poi l’incendio all’interno del capannone. E’ importante capire se a causare questo dramma sia stato il mancato rispetto delle regole di sicurezza, a maggior ragione in un luogo a così alto rischio di incidenti come una fabbrica di fuochi d’artificio. Non sono mai sufficienti le parole spese in cordoglio di chi perde la vita lavorando né quelle espresse per riportare ancora una volta l’attenzione all’importanza del rispetto delle regole a tutela della sicurezza nei luoghi di lavoro. Confido nel lavoro della magistratura. La mia vicinanza adesso è alle famiglie in lutto e il mio augurio più sentito di pronta guarigione va alle persone rimaste ferite”.

Print Friendly, PDF & Email