Operazione “Cash trapping”: Rumeno 22enne arrestato dai carabinieri

PALERMO – Nella serata di sabato scorso nell’ambito dei servizi di controllo del territorio appositamente intensificati negli ultimi giorni, i Carabinieri della Stazione di Trappeto hanno arrestato ION IONUT FLORIN, 22enne rumeno domiciliato ad Alcamo, volto noto alle forze dell’ordine.

Da alcuni giorni i Carabinieri, raccolte alcune segnalazioni su movimenti sospetti notati presso la filiale della banca Don Rizzo di quel centro, stavano monitorando lo sportello bancomat dell’istituto di credito, quando hanno notano avvicinarsi un giovane che, con fare guardingo, inseriva un piccolo oggetto metallico nella fessura da cui fuoriescono le banconote. Il ragazzo, posizionata la “trappola” nell’erogatore del bancomat per bloccare le banconote e tornare, successivamente, a rubarle indisturbato, si appartava attendendo l’arrivo della vittima.

Dopo qualche minuto, un’ignara cliente si avvicinava allo sportello Bancomat ed inseriva la propria carta per prelevare la somma di 250 euro, senza però riuscire a riscuotere il contante. La malcapitata, credendo che lo sportello fosse momentaneamente guasto, si allontanava convinta di non avere prelevato il denaro. Il malvivente subito ne approfittava per rimuovere l’oggetto metallico ed appropriarsi dei soldi rimasti incastrati nella feritoia. Si tratta del trucco della “forchetta”, noto anche con il nome di  “cash trapping”. E’ un ingegnoso modo per rubare le banconote erogate dallo sportello bancomat.
Il giovane ladruncolo ha dovuto però fare i conti con i carabinieri che, abilmente appostati, sono riusciti a seguire in diretta tutta la vicenda. Il rumeno, trafugato il denaro, e avvedutosi dell’arrivo dei carabinieri, fuggiva a piedi per le vie cittadine venendo bloccato dagli operanti dopo un breve inseguimento.
Nell’occasione, mentre sono in corso le indagini per scoprire possibili complici, i carabinieri raccomandano di prestare massima attenzione agli sportelli che erogano denaro, segnalando tempestivamente al 112 eventuali anomalie riscontrate. Per il giovane sono scattate le manette con l’accusa di furto aggravato. Su disposizione del magistrato, è stato trattenuto in camera di sicurezza in attesa dell’udienza di convalida nella mattina odierna.

Print Friendly, PDF & Email