Orrore in Francia. Assaltata una Chiesa: Sgozzato il prete. L’isis rivendica

Due uomini fanno irruzione in una Chiesa a Saint-Etienne-du Rouvray in Normandia: Prete sgozzato e fedeli in ostaggio

Saint-Etienne-du Rouvray – Ancora orrore, ancora morti, ancora ISIS. Questa volta è stata presa di mira una chiesa a Saint-Etienne-du Rouvray in Normandia. L’attentato, rivendicato dall’ISIS, è stato compiuto in mattinata durante una funzione religiosa all’interno della Chiesa: Due uomini, armati di coltello, hanno fatto irruzione gridando “Daesh” e prendendo i fedeli in ostaggio. Poi si sono scagliati contro il prete, padre Jacques Hamel di 84 anni, e lo sgozzato davanti gli occhi dei fedeli. Un altro ostaggio è gravemente ferito perché anch’esso colpito alla gola.

Secondo le fonti giudiziarie citate da I-Télé un assalitore aveva scontato un anno di prigione ed era stato liberato il 22 marzo.  Nel 2015 cercò di arruolarsi nella jihad in Siria ma venne bloccato alla frontiera turca. All’uscita di prigione, il 22 marzo, era stato posto in libertà vigilata con il braccialetto elettronico pensando di poterlo tenere sotto controllo.

Hollande: “La Francia combatterà questa guerra. Sappiamo che Daesh ci ha dichiarato guerra e dobbiamo vincere questa guerra. Tutti i francesi sono stati colpiti da questa tragedia, dobbiamo restare uniti, essere un blocco unico, nessuno ci deve toccare. Faremo il possibile per evitare le minacce che i terroristi continuano a fare, la nostra forza e la nostra coesione ci aiuteranno“.

Print Friendly, PDF & Email