Palermo, scoperti 21 lavoratori in nero. Sanzioni da 63.000 euro per tre titolari

CONTROLLI DEI CARABINIERI IN 3 AZIENDE AGRICOLE, SCOPERTI 21 LAVORATORI IN NERO DI CUI 2 MINORI. SANZIONI DA 63.000 € PER TRE TITOLARI

Si tratta di un controllo effettuato nella giornata di ieri, dai Carabinieri del Nucleo Operativo del Gruppo Tutela Lavoro di Palermo, in collaborazione con i colleghi del N.I.L. di Palermo e l’ausilio del Nucleo Elicotteri di Palermo.

Un intervento che rientra nell’ambito dell’accertamento nel settore agricolo di alcune aziende, al fine di verificare il rispetto di diverse normative vigenti in materia di legislazione sociale contro il lavoro sommerso, predisposti in sinergia con il direttore dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Palermo.

Nel dettaglio in agro di Monreale e Camporeale, i militari su segnalazione dei colleghi del Nucleo Elicotteri, hanno appurato come in 3 aziende agricole, impegnate nella raccolta di uva, venivano impiegati diversi lavoratori irregolari.

I controlli si sono concentrati sui 27 lavoratori presenti, di questi 21 venivano impiegati senza regolare contratto di lavoro. In una delle 3 aziende sono stati individuati anche 2 lavoratori minori, anch’essi in nero, privi della prevista visita medica preventiva che ha fatto scattare nei confronti del datore di lavoro la denuncia per violazione delle norme in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro.

Gli accertamenti di rito, oltre al recupero contributivo per le giornate di lavoro evase, permetteranno di irrogare sanzioni amministrative pari complessivamente a 63mila euro ed ammende pari a 10mila euro, a carico dei titolari delle aziende agricole.

Print Friendly, PDF & Email