Parigi. Attacco terroristico al giornale Charlie Hebdo: 12 vittime

Due uomini incappucciati fanno irruzione all’interno della sede del giornale satirico francese Charlie Hebdo uccidendo 12 persone al grido di “Allah Akbar”

Una vera e propria strage quella accaduta oggi a Parigi presso la sede del giornale Charlie Hebdo. Un bilancio pesante con 12 morti tra cui il direttore Stephane Charbonnier e circa 20 feriti, tra cui 5 in gravi condizioni. Tra le vittime anche i tre vignettisti Georges Wolinski, Cabu (Jean Cabut) e Tignous (Bernard Verlhac). Si tratta di un attacco di due attentatori che durante l’irruzione impugnavano dei kalashnikov e gridavano “Allah Akbar”, tradotto significa “Dio è il più grande”. Il governo francese ha aumentato il livello di allerta facendo evacuare tutte le redazioni giornalistiche, le scuole e gli edifici pubblici di Parigi.
“Gli assalitori sapevano che mercoledì alle ore 10.00 si sarebbe svolta una riunione di redazione, per questo hanno attaccato”. Questo il commento di un giornalista del giornale satirico, che, sentito da Le Monde, ha raccontato i momenti più cruenti dell’assalto.

Print Friendly, PDF & Email