Pescatori pugliesi fermati in Albania, Zullo: “Si intervenga subito, riportiamoli a casa”

BARI – “Faccio un appello al presidente Vendola affinché si attivi in tutte le sedi istituzionali per far tornare a casa i concittadini di Mola di Bari, fermati dalle autorità albanesi perché il loro peschereccio ha superato le acque internazionali a causa di un’avaria”. Lo dichiara il presidente del Gruppo consiliare di Forza Italia, Ignazio Zullo. “Considerati i buoni rapporti di cooperazione tra la Puglia e l’Albania – prosegue – chiedo al presidente Vendola di intervenire, anche coinvolgendo il governo nazionale, affinché si proceda ad una repentina liberazione dei cittadini pugliesi”. “Tutta la popolazione di Mola e di Puglia li aspetta per gioire insieme del loro ritorno a casa”.
“Con il presidente Pietro Chiarelli e gli amici di associazione Celeste Anas di Mola di Bari stiamo esercitando tutte le azioni nelle nostre potestà affinché ritornino presto a casa i nostri concittadini fermati dalle autorità albanesi. Il nostro impegno è massimo”. Continua Ignazio Zullo. “Abbiamo sensibilizzato il presidente Vendola, affinché sappia far fruttare i buoni rapporti della Puglia con l’Albania e si attivino tutte le diplomazie per il ritorno a casa dei nostri concittadini. Abbiamo ottenuto la disponibilità anche dell’on. Antonio Distaso, che solleciterà a stretto giro il Governo Renzi. Abbiamo già contattato il consolato albanese e la Prefettura di Bari. Insomma, siamo impegnati su tutti i fronti – conclude Zullo – perché si chiuda nel più breve tempo possibile questa pagina triste per Mola e per la Puglia”.

Print Friendly, PDF & Email