Pescia. Un arresto nel proseguo delle indagine su sodalizio composto da nigeriani attivi nello spaccio in Valdinievole

PESCIA – Nel pomeriggio di ieri D.K.E., 28enne cittadino nigeriano in regola con la normativa sul soggiorno e già noto alle forze di polizia, è stato rintracciato dai militari della locale stazione e condotto agli arresti domiciliari su disposizione del Gip di Pistoia. Sul conto del giovane, è emerso un evidente coinvolgimento nelle attività di una banda di connazionali, sui quali si sono concentrate le investigazioni del locale comando, i cui componenti sono stati arrestati il 30 marzo scorso nel corso di un’operazione condotta nella Valdinievole a Prato e a Lucca. Il sodalizio è ritenuto responsabile di avere effettuato centinaia di cessioni di stupefacente (eroina e hashish) in prossimità degli istituti scolastici di Pescia, Uzzano e Montecatini terme, negli orari di ingresso ed uscita degli studenti, al fine di agire indisturbati nell’andirivieni di studenti e genitori. Anche al D.K.E., sono state trovate svariate sim card con intestatari di comodo, generalmente di nazionalità cinese, con le quali venivano intrattenuti i rapporti con i clienti e i contatti fra i componenti della banda.

Print Friendly, PDF & Email