Prevenzione dello spaccio nei pressi delle scuole, zio e nipote sorpresi con la droga dalla Polizia di Stato

RAGUSA – Tre persone denunciate in concorso per detenzione ai fini di spaccio è il risultato di un’operazione condotta dagli uomini dell’Ufficio Volanti della Questura di Ragusa finalizzata alla prevenzione e al contrasto dell’uso di sostanze stupefacenti tra i giovani.
Si tratta di un uomo di 24 anni che accompagnato dai suoi due nipoti è stato sorpreso con tre dosi di stupefacente tipo marijuana confezionata separatamente nei pressi di alcuni istituti superiori di Ragusa.
Gli agenti delle volanti impiegati in servizio antidroga hanno notato l’insolito gruppo aggirarsi nei pressi del cortile interno attiguo a diverse scuole superiori, che alla vista delle volanti hanno cercato di disperdersi allontanandosi separatamente.
Sono stati immediatamente bloccati, controllati e sottoposti a perquisizione sul posto.
Dal controllo è emerso che si trattava di soggetti già noti con numerosi precedenti penali per furto aggravato, ricettazione, rapina, estorsione e spaccio di sostanze stupefacenti con a carico per uno di essi della misura della sorveglianza speciale.
Condotti negli uffici della Questura, occultati all’interno di una tasca interna dei pantaloni gli agenti hanno trovato addosso a S.S. di anni 22 un pacchetto di sigarette con all’interno tre distinte dosi confezionate in sacchetti di plastica di sostanza stupefacente tipo marijuana del peso complessivo di quattro grammi che è stato sottoposto a sequestro.
I tre non hanno saputo dare elementi utili a giustificare la loro presenza nei pressi degli istituti scolastici.
Il mancato ritrovamento di banconote frutto dell’attività di spaccio ha dimostrato l’efficacia dell’azione di prevenzione che, nell’occasione, è riuscita ad anticipare la consumazione del reato a tutela dei giovani studenti.
All’esito degli accertamenti pertanto S.A. di 24 anni, S.S. di 22 anni S.G. di 20 anni, tutti ragusani, sono stati denunciati in concorso all’Autorità Giudiziaria per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, S.A., sorvegliato speciale, è stato denunciato anche per inosservanza alla predetta misura di sorveglianza.

Print Friendly, PDF & Email