Ragusa. Controlli del sabato sera: quattro denunciati

Ragusa, lunedì 6 ottobre 2014 – Altro fine settimana “on the road”, sulla strada, per i carabinieri della compagnia di Ragusa. La notte tra sabato e domenica, per garantire legalità, civile convivenza e repressione del crimine, i carabinieri della compagnia di Ragusa sono stati impegnati in un servizio per il controllo coordinato del territorio “a largo raggio” sulla direttrice Ragusa-Santa Croce. Se la costa s’è spopolata e la movida “mazzarelliana” è terminata, anche a causa del cambio del meteo, il flusso di giovani s’è riversato su Ragusa e in particolare su Ibla. Sabato sera c’è stato, infatti, il picco di presenze per “Ibla buskers” il celebre ritrovo di artisti di strada, ormai appuntamento fisso annuale. I carabinieri, temendo che tra la folla potesse esserci qualche testa calda e che si potessero verificare reati quali furti o risse, hanno notevolmente rinforzato la presenza di pattuglie appiedate in uniforme, innanzi tutto come presenza e deterrenza, eventualmente per intervenire in caso di problemi. I militari in uniforme sono stati discretamente affiancati da commilitoni in abiti borghesi che tra la folla hanno cercato di cogliere in flagranza i comportamenti delittuosi. La serata s’è svolta senza inghippi, una bella festa, senza “canne” sequestrate né persone sanzionate per ubriachezza.

Nei posti di controllo intorno al capoluogo e a Santa Croce però sono incappati diversi soggetti che meglio avrebbero fatto a rimanere a casa a dormire. Il primo, A.G. 28enne ragusano, fermato a Santa Croce, era privo di patente di guida su uno scooter non assicurato. Veicolo sequestrato e conducente denunciato per guida senza patente.

Sul viale delle Americhe sono stati perquisiti due soggetti su un’autovettura, un 63enne monterossano e un 26enne ragusano. Entrambi avevano un coltello a serramanico, uno di 20 centimetri, l’altro di 16.  Certo i due non venivano da raccogliere i funghi, pertanto i coltelli sono stati sequestrati e i due denunciati per porto ingiustificato d’oggetti atti all’offesa.

E un altro scooter è stato fermato nei pressi del centro camarinense. Dalla targa e dal telaio i militari hanno scoperto che era stato rubato a Ragusa addirittura nel 2009. È stato ovviamente sequestrato e il conducente, P.C. 52enne vittoriese, denunciato per ricettazione.

Un’autovettura con tre giovani vittoriesi a bordo è stata fermata lungo via Archimede poiché era sembrata sospetta al militare capo-equipaggio. Uno dei tre già noto alle forze dell’ordine per questioni di droga. Dalla perquisizione è venuta fuori una dose di “fumo”. Il proprietario della stessa, è stato segnalato al Prefetto per possesso di stupefacenti. I militari, sospettando che i tre fossero saliti da Vittoria a Ragusa alla ricerca di hashish, non avendo altri plausibili motivi, li hanno proposti per l’emissione di un foglio di via. Stessa sorte per un netino, peraltro titolare di un discreto curriculum “di polizia”, a girovagare per Santa Croce senza plausibile ragione, i militari santacrocesi hanno proposto anch’egli per il foglio di via.

Un fine settimana nel complesso piuttosto tranquillo che comunque nasconde delle insidie. Evidentemente scavando scavando qualcosa sempre si trova. È il controllo del territorio capillare e incessante unito a una “tolleranza zero” per l’illegalità che permettono ai carabinieri di garantire sonni tranquilli ai cittadini onesti..

Print Friendly, PDF & Email