Ragusa. Giro di vite da parte dell’ufficio immigrazione della Questura

Ragusa, 5 novembre 2015 – Anche in relazione ai recenti episodi di criminalità diffusa sul territorio della provincia di Ragusa, ad opera di più stranieri sia comunitari che non comunitari, su disposizione del Questore, la Polizia di Stato/ Ufficio Immigrazione, ha intensificato le verifiche ed i controlli sul territorio notificando numerosi provvedimenti a contrasto della evidenziata pericolosità sociale.

In particolare, sono state notificate:

48 espulsioni con l’accompagnamento alla frontiera o presso più Centri di identificazione ed espulsione, nei confronti di altrettanti detenuti per vari reati, nel contempo scarcerati;

43 le espulsioni con intimazione a lasciare il territorio nazionale nei confronti di soggetti stranieri comunitari e non comunitari in quanto irregolari;

Nel contempo, sono state rigettate 19 istanze di rinnovo di permesso di soggiorno nei confronti di altrettanti soggetti ritenuti socialmente pericolosi.

Tra quanti destinatari di provvedimenti di allontanamento anche parte di quelli, nel recente, tratti in arresto ad Ispica, Pozzallo, Santa Croce Camerina, Vittoria, Comiso, Ragusa ed in altri Comuni perché resisi responsabili di risse, aggressioni, accoltellamenti, favoreggiamento all’immigrazione clandestina, detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Prosegue intensa la collaborazione dell’Ufficio Immigrazione della Polizia di Stato di Ragusa verso quanti tra le Istituzioni, le Forze dell’Ordine e le Amministrazioni locali segnalino situazioni di pericolosità sociale, valutabili ai fini dei citati provvedimenti di rigore.

La Questura precisa che quanti oggetto di provvedimenti di espulsione, non rientrano nelle categorie protette e/o tra quelli oggetto di sbarchi presso Pozzallo.

Print Friendly, PDF & Email