Ragusa, la Polizia di Stato allontana da casa marito violento.

La Polizia di Stato  – Squadra Mobile di Ragusa, sabato mattina è intervenuta presso un’abitazione dove una signora si era chiusa in camera da letto terrorizzata perché il marito era in possesso di un grosso coltello da cucina ed urlava di volerla uccidere.

I due coniugi si erano prima separati e poi avevano deciso di coabitare nello stesso appartamento, ma i rapporti erano sempre molto tesi. Dopo essere tornati a vivere insieme le cose non erano cambiate, lui era sempre sgarbato ed era diventato anche violento.

Dopo continue minacce e  insulti e la donna, sabato scorso,  gli ha chiesto di andare via ma l’uomo di tutta risposta le ha urlato che era anche casa sua e che non aveva alcuna intenzione di andarsene, minacciandola di distruggere tutto.

Dopo pochi minuti dalla segnalazione gli uomini della Squadra Mobile e della Squadra Volanti erano già sotto casa ma la porta era chiusa. Temendo il peggio i poliziotti hanno sfondato la porta e dopo essersi qualificandosi come Polizia, la donna trovava il coraggio di uscire dalla camera da letto.

L’uomo nel contempo è stato colto da malore, pertanto il 118, immediatamente allertato, lo ha portato in ospedale dove dopo poco veniva dimesso.

La donna accompagnata negli uffici della Squadra Mobile, è stata ascoltata da personale femminile specializzato della Polizia di Stato che ha raccolto la denuncia per i numerosi fatti reato subiti.

Considerate le gravi minacce subite ed il reato di maltrattamenti in famiglia, gli Ufficiali di Polizia Giudiziaria, hanno adottato uno dei nuovi strumenti messi a disposizione dalla  legge sui reati inerenti la cosiddetta “violenza di genere”, ovvero la misura pre-cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare.
Questa misura cautelare permette alla Polizia di adottare, in via d’urgenza e con il nulla osta del Pubblico Ministero, un provvedimento di allontanamento dall’abitazione nella quale vivono i due partner.

L’uomo è andato via da casa, consegnando le chiavi alla Polizia e non potrà farvi ritorno se non previa autorizzazione del Giudice.

La Polizia di Stato è arrivata appena in tempo per trarre in salvo una vittima di violenza grazie alla sua richiesta d’aiuto. È fondamentale intervenire prontamente in situazioni conflittuali tra partner che spesso possono degenerare per il forte coinvolgimento emotivo dei soggetti interessati. La Sezione specializzata della Squadra Mobile di Ragusa è sempre a disposizione delle vittime di reato.

Print Friendly, PDF & Email