Ragusa. La Polizia di Stato intensifica l’attività di prevenzione. Denunciate dieci persone

Ragusa, 7 ottobre 2015 – Come disposto dal Questore di Ragusa è stata intensificata l’azione di prevenzione e controllo del territorio da parte delle Volanti della Polizia di Stato che nei giorni appena trascorsi hanno denunciato all’autorità giudiziaria dieci persone e segnalato al Prefetto un soggetto in quanto assuntore di sostanze stupefacenti.
In particolare nel primo pomeriggio scorso a seguito di segnalazione di lite condominiale giunta al 113 la Volante si portava in V.le Europa. Subito sul posto gli agenti hanno trovato un uomo riverso per terra nel vano scale, in stato confusionale. Richiesto l’intervento di un’ambulanza i poliziotti hanno iniziato le prime attività di indagine facendo luce su quanto accaduto. Una coinquilina, non potendo accedere al proprio appartamento per la rottura della serratura aveva iniziato dei lavori per la sostituzione della stessa, aiutata dal fratello. Durante i lavori un altro coinquilino, probabilmente infastidito dai rumori, con in mano un martello interveniva con la volontà di voler aprire a tutti i costi la porta. Al diniego da parte della proprietaria, con la quale i rapporti erano già da tempo tesi per problemi di vicinato, lo stesso colpiva il fratello agli arti inferiori e poi in preda ad uno stato di agitazione si allontanava precipitosamente cadendo rovinosamente a terra, riportando alcune lesioni. All’episodio assistevano anche altri condomini attirati dalle urla e che confermavano la versione dei fatti.
Per F.M., sessantacinquenne, dopo le cure del caso scattava la denuncia all’autorità giudiziaria per lesioni aggravate.
Sempre nella notte trascorsa venivano effettuati servizi specifici di controllo, nella zona del quartiere “Ecce Homo” conseguenti ad una segnalazione da parte di più cittadini per disturbo della quiete pubblica e schiamazzi soprattutto nelle ore notturne. In particolare verso le ore 1,30 gli agenti sorprendevano un gruppo di soggetti di nazionalità rumena che per strada discutevano animatamente ad alta voce provocando rumori e schiamazzi. Pertanto dopo i controlli e l’identificazione i 7 soggetti di nazionalità rumena venivano tutti denunciati all’autorità giudiziaria per disturbo del riposo delle persone ai sensi dell’art. 659 c.p.
Inoltre a seguito di segnalazione per una rissa in corso gli agenti delle Volanti intervenivano a Marina di Ragusa. Sul posto i poliziotti identificavano 4 cittadini di nazionalità tunisina. Uno degli stessi, S.H. in evidente stato di alterazione alcolica iniziava a minacciare gli agenti opponendosi al controllo in atto. Pertanto, terminati gli accertamenti lo stesso veniva deferito all’autorità giudiziaria per minaccia e resistenza a pubblico ufficiale e sanzionato per ubriachezza.
Durante servizi finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati relativi allo spaccio di sostanze stupefacenti veniva segnalato al Prefetto, come assuntore, un giovane ventenne ragusano sorpreso al confezionamento di uno spinello con una piccola quantità di hashish.
Nella giornata di ieri inoltre è stato portato a termine un intenso servizio di prevenzione ad ampio raggio che ha visto la partecipazione di tre equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine di Catania. Diversi i posti di controllo effettuati sulle principali direttrici stradali in ingresso ed uscita dal capoluogo che ha portato al controllo di 120 persone tra cui diversi pregiudicati già colpiti da avviso orale, 50 autovetture, oltre 300 le targhe controllate con il sistema di rilevazione automatica Mercurio, a bordo delle Volanti. Durante il servizio sono state sottoposte a sequestro amministrativo due autovettura prive della prescritta copertura assicurativa e un sessantenne residente e Ragusa è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza alcolica.

Print Friendly, PDF & Email