Ragusa. Sequestrati oltre 23.000 costumi di carnevale privi del marchio “CE”

RAGUSA – A Carnevale ogni scherzo vale, ma quando c’è di mezzo la salute delle persone, non c’è tanto da scherzare. Proprio nel periodo di Carnevale è stata ulteriormente intensificata l’attività di controllo delle Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Ragusa finalizzata alla tutela della sicurezza dei consumatori e alla difesa dei marchi dei prodotti in commercio.

Interventi mirati sono stati eseguiti dai militari del Nucleo di Polizia Tributaria di Ragusa presso attività commerciali nei Comuni di Modica e Ragusa.

In particolare, sono stati complessivamente sottratti al mercato illegale oltre 23.000 articoli privi dei requisiti minimi di sicurezza, per la gran parte giocattoli, maschere e vestiti di carnevale, privi di marchio “CE”, delle informazioni previste dalla legge o delle indicazioni in lingua italiana.

Si tratta di merce di pessima qualità contenente componenti palesemente pericolosi, soprattutto per i bambini. I due titolari dei punti vendita sono stati segnalati in via amministrativa alla Camera di Commercio di Ragusa per violazioni inerenti alla sicurezza dei giocattoli (D.Lgs. 54/2011) ed al Codice del Consumo (D.Lgs. 206/2005) con multe che possono arrivare fino a 10 mila euro.

L’operazione, condotta dai Finanzieri del Comando Provinciale di Ragusa, sottolinea la costante attenzione posta dal Corpo alla prevenzione e repressione di illeciti in materia di qualità e sicurezza dei beni e prodotti di consumo, finalizzata alla tutela della collettività e al regolare andamento del mercato.

Print Friendly, PDF & Email