Roseto. Arrestati due rumeni che clonavano bancomat

Roseto, 01 giugno 2015 – Nel pomeriggio di ieri 31 maggio 2015, i Carabinieri della Stazione di Roseto degli Abruzzi hanno arrestato in flagranza dei reati di concorso in installazione di apparecchiature atte ad intercettare, impedire od interrompere comunicazioni informatiche o telematiche, due cittadini di nazionalità romena. Si tratta di SARGHI Renato e LUSNEAC Radu Alexandru, rispettivamente 33enne e 27enne domiciliati in San Benedetto del Tronto.
La pattuglia dei Carabinieri della locale Stazione , a seguito di segnalazione telefonica al 112  si recava nei pressi dello sportello Bancomat dell’ufficio postale sito sulla SS. nazionale adriatica, in quanto vi erano due individui in atteggiamento sospetto. Immediatamente rintracciati ed individuati sono stati attentamente perquisiti e trovati  in possesso di un apparecchio denominato “Skimmer”, utilizzato per clonare  carte bancomat e carte di credito. I Carabinieri,  hanno altresì esteso la perquisizione al luogo di dimora dei due stranieri rinvenendo e sequestrando un computer portatile, un altro apparecchio “Skimmer” ed altro materiale utile alla clonazione delle carte. Durante le operazioni SARGHI Renato è stato trovato in possesso di una carta d’identità rumena, risultata falsa e pertanto deferito in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria anche per possesso di documenti falsi.
I due rumeni una volta arrestati sono stati tradotti presso la Casa Circondariale di Teramo a disposizione della Procura della Repubblica Teramana.

Print Friendly, PDF & Email