Scicli. Rapina in abitazione in contrada Fallì. Asportati oro e denaro

Quattro persone con volto travisato hanno atteso una famiglia che rientrasse a casa per poi rapinarli. I Carabinieri stanno seguendo le indagini per risalire ai malviventi.

SCICLI – È successo ieri sera intorno alle 20.00, a Scicli, in Contrada Fallì, quattro malviventi hanno atteso davanti ad un’abitazione di campagna che rientrassero i proprietari per poi rapinarli.

Infatti, una famiglia intera, marito e moglie con due figli, mentre stavano per fare rientro nella propria abitazione dopo una giornata passata fuori, sono stati accerchiati da quattro uomini non armati e travisati che, dopo aver colpito con un pugno al volto il padre che aveva tentato invano una resistenza, li hanno costretti ad entrare dentro casa.

Dunque, dopo aver legato ed imbavagliato l’intera famiglia, i malviventi hanno iniziato a rovistare in tutte le camere e, una volta raccolto del denaro contante (circa 300 euro) e dell’oro, abbandonavano l’abitazione dandosi alla fuga per le campagne circostanti.

Dopo essere riusciti a liberarsi, le vittime hanno immediatamente chiamato il 112 e, poco dopo, infatti, sul posto interveniva una pattuglia dei Carabinieri che, dopo aver accertato quanto accaduto, comunicava alla Centrale Operativa i primi elementi descrittivi raccolti, allertando tutte le pattuglie presenti sul territorio ed approntando dei posti di controllo in modo da chiudere le eventuali vie di fuga dei malviventi.

Già nella serata di ieri i Carabinieri hanno provveduto ad effettuare i rilievi delle tracce lasciate dai malviventi che, successivamente, saranno inviate al RIS di Messina per gli accertamenti.

Intanto, a seguito del pugno al volto subito, il padre è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale di Scicli per le cure del caso, a seguito delle quali è stato dimesso con una prognosi di 7 gg.

Print Friendly, PDF & Email