Senegalese spacciava droga agli ospiti di un centro di accoglienza: In arresto lui e il “gancio”

CALTAGIRONE (CT) – I Carabinieri della Compagnia di Caltagirone hanno arrestato nella flagranza un senegalese di 23 anni residente a Gela (CL) e un 18enne di origini gambiane, richiedente asilo, poiché ritenuti responsabili di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti.

L’eccessivo viavai di extracomunitari non alloggiati nella struttura, la comunità “San Francesco” di Caltagirone, ha destato preoccupazione nei responsabili del centro tanto da indurli ad informare i Carabinieri della locale Compagnia.

Difatti, organizzando un dispositivo d’intervento adeguato alle circostanze, tale da scongiurare ogni tipo di problema per l’ordine pubblico, i militari si sono piazzati all’esterno della struttura e al momento opportuno, vedendo il 23enne prendere contatti con il 18enne li hanno bloccati. Il senegalese, sottoposto a perquisizione, è stato trovato in possesso di oltre 100 grammi di marijuana e 250euro in banconote di piccolo taglio; mentre nella camera occupata dal 18enne gli operanti hanno rinvenuto altri 30 grammi della medesima sostanza stupefacente, suddivisa in dosi pronte allo smercio.

Attivati i Carabinieri del Reparto Territoriale di Gela (CL), veniva perquisita l’abitazione del senegalese rinvenendo e sequestrando altre dosi di marijuana nonché del denaro considerato l’illecito ricavo dell’attività di spaccio.

La droga e il denaro sono stati sequestrati mentre gli arrestati, assolte le formalità di rito, sono stati associati al carcere di Caltagirone.

Print Friendly, PDF & Email