Sorpresi a dar fuoco ai rifiuti in campagna, i carabinieri arrestano padre e figlio

PALERMO – Nella giornata di ieri, nel corso di un servizio di controllo del territorio i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Misilmeri hanno tratto in arresto due uomini che stavano dando fuoco ad alcuni rifiuti speciali abbandonati in via Vicari a Misilmeri.

P.a. 61enne ed il figlio P.a. 34enne, entrambi di Misilmeri, sono stati sopresi mentre avevano dato fuoco ad una serie di rifiuti speciali presumibilmente abbandonati poco prima sul posto.

Alla vista dei Carabinieri, i due hanno tentato di allontanarsi a bordo di un veicolo ma sono stati prontamente bloccati dai militari intervenuti.

A seguito alla perquisizione personale è stato possibile rinvenire l’accendino con cui era stato appiccato l’incendio. Gli arrestati sono stati tradotti presso la casa circondariale “Cavallacci” di Termini Imerese su disposizione dell’Autorità Giudiziaria: Nella mattinata odierna a seguito di convalida, i due uomini sono stati rimessi in libertà in attesa di giudizio.

Print Friendly, PDF & Email