Trovato esanime il corpo di Antonio Palumbo

Agliana – Trovato esanime in una cunetta di viale provinciale Pratese, all’altezza dell’incrocio con via Papa Giovanni XXIII ad Agliana (PT), il corpo di Antonio Palumbo, pensionato 56enne di origini leccesi, residente ad Agliana, la cui scomparsa era stata segnalata dalla figlia ieri in serata ai carabinieri della locale stazione. L’uomo secondo il racconto della figlia agli inquirenti, avrebbe dovuto raggiungere Agliana in treno da Firenze nel pomeriggio di ieri per aiutarla nella gestione di una pizzeria di cui la giovane è titolare. Nell’ultima telefonata alla figlia, poco prima delle 18,00 di ieri, l’uomo le avrebbe detto di essere già in viaggio confermando l’appuntamento, ma dopo questo contatto non aveva dato più notizie di sé. Il ponte ripetitore agganciato dal cellulare del pensionato, che risultava ancora in funzione, ed è stato più volte inutilmente chiamato dopo la segnalazione della scomparsa, ha fornito come zona di localizzazione quella dell’abitato di Agliana dove si sono quindi concentrate le ricerche avviate ieri sera da carabinieri, vigili del fuoco e volontari con l’ausilio di cani, e che, interrotte per le tenebre, sono riprese questa mattina. Alle 11,00 il ritrovamento del corpo, in una cunetta di via provinciale pratese da parte di una squadra dei vigili del fuoco. I segni sul cordolo a bordo strada ed altre tracce rilevate sul posto, accrediterebbero l’ipotesi dell’investimento della vittima da parte di un automezzo il cui conducente non si è fermato dopo il violento urto dileguandosi. Al momento non è stata accertata la presenza di testimoni dell’accaduto avvenuto peraltro nella serata di ieri quando i pochi esercizi presenti nella zona sono chiusi per il giorno festivo e non vi è un particolare transito di persone e mezzi nella via.

La Procura della Repubblica di Pistoia, che aprirà un fascicolo per omicidio colposo e omissione di soccorso, ha disposto che la salma fosse posta a diposizione del medico legale per gli accertamenti del caso. Le attività di indagine sono condotte dai militari del Norm della Compagnia di Pistoia e della Stazione di Agliana coadiuvati dal personale del Nucleo Investigativo che ha proceduto ai rilievi tecnici disposti dalla stessa Procura.

Print Friendly, PDF & Email