Trovato morto ma senza apparenti segni di violenza Salvatore Iacona.

Vittoria (RG) 6 gennaio 2016 – Salvatore Iacona, il cinquantacinquenne che si era allontanato dalla sua abitazione di via Caporale degli Zuavi a Vittoria, è stato trovato morto nelle campagne di Pedalino, stamattina intorno alle 7 da un uomo che raccoglieva arance. Potrebbe essersi allontanato volontariamente la mattina dell’ultimo giorno dell’anno, e da quel momento sono iniziate le ricerche. L’uomo era uscito dalla sua abitazione intorno alle 9 del mattino del 31 dicembre, e da allora, di lui, nessuna notizia. I familiari si sono immediatamente rivolti alle forze dell’ordine che hanno avviato le ricerche, con battute a largo raggio. Oggi il tragico epilogo con il ritrovamento del cadavere in contrada Quaglio, in località Pedalino. L’uomo, fino al giorno della sua scomparsa, non aveva manifestato particolari insofferenze, tanto è vero che le sue abitudini, così come hanno riferito parenti e amici, erano rimaste sempre uguali. Sin dal primo momento, si è parlato di allontanamento volontario e nessuna altra ipotesi è stata presa in considerazione. Iacona era affetto da alcune patologie per cui assumeva farmaci. La mancanza di questi, potrebbe essere stata la causa scatenante del decesso.
Vicino al cadavere di Iacona, è stato trovato un sacchetto di plastica con alcune arance, ma come già riferito, nessun segno di violenza sul suo corpo. Nonostante ciò, il Giudice Puleio ha disposto l’esame autoptico.

Print Friendly, PDF & Email