Ubriaco alla guida provoca tre incidenti e tenta di fuggire: Arrestato

Genova, 11 dic 2014 – Nel giro di 5 minuti ha causato 3 incidenti stradali, di cui uno con feriti e ha tentato di allontanarsi, ma è stato raggiunto ed arrestato dalle volanti della Polizia di Stato.
Protagonista del movimentato episodio un 38enne tunisino, titolare di permesso di soggiorno e con alcuni precedenti per reati contro il patrimonio e stupefacenti che, ieri pomeriggio, si è messo alla guida ubriaco del proprio furgone tra le strette vie di Sestri Ponente.

I primi a fare i conti con le sue non brillanti doti d’autista sono stati cinque motocicli posteggiati in Via Ginocchio, urtati e scaraventati a terra. Una volta in via Ciro Menotti il pilota ha tamponato uno scooter, facendo cadere a terra i due giovani occupanti. A nulla sono valse le rimostranze di questi ultimi che hanno inutilmente tentato di far fermare l’uomo che, dopo aver urlato loro delle frasi incomprensibili, ha ripreso la marcia. Poco più avanti ha bruciato il rosso al semaforo che immette in Via Hermada. A quel punto ha pensato bene di rimediare ingranando la retromarcia e urtando violentemente un’auto che, dietro di lui, aveva regolarmente arrestato la marcia. Anche qui però le proteste della conducente della vettura non sono servite a convincerlo a fermarsi.

Gli unici a riuscirci sono stati gli agenti delle volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale e del Commissariato Cornigliano che, seguendo la scia di disastri, hanno raggiunto il furgone fermo in coda in Via Hermada. Inutile l’ultimo atto di resistenza del 38enne che ha tentato di barricarsi nel mezzo, trattenendo la portiera con le mani: è stato fatto scendere e condotto in Questura. All’interno dell’abitacolo una lattina di birra aperta faceva bella mostra di sé sul cruscotto e altre 4 ormai vuote rotolavano sulla pedana. I successivi accertamenti, svolti oltre un’ora e mezza dopo i fatti, hanno evidenziato un tasso alcolemico quattro volte superiore al limite di legge.

I due giovani scooteristi rimasti coinvolti nel secondo incidente sono stati medicati al pronto soccorso dell’ospedale Villa Scassi per traumi alle ginocchia e dimessi con prognosi di 7 e 5 giorni.

Il Tunisino è stato tratto in arresto per i reati di fuga a seguito di incidente con danni alle persone e omissione di soccorso, nonché segnalato per la guida in stato di ebbrezza e lesioni. Nei suoi confronti si è inoltre proceduto al sequestro del veicolo e a diverse contravvenzioni per violazioni del codice della strada. Tradotto nel carcere di Marassi sarà giudicato stamattina per direttissima.

Print Friendly, PDF & Email