Vittoria: allerta meteo e allerta racket?

gianni di gennaro

Vittoria (RG), 06/11/2014 – Un deposito di auto di proprietà di Giuseppe Cavaliere, dove sono custodite centinaia di macchine e furgoni posti sotto sequestro dall’autorità giudiziaria, o incidentate e in attesa dell’accertamento delle responsabilità civili, da parte delle compagnie di assicurazione, è andato in “fumo” poche ore fa, nonostante la pioggia che dalle 14,30 si abbatte su Vittoria. Le fiamme che quasi sicuramente sono di origine dolosa, sono partite da tre auto parcheggiate proprio al centro dell’immenso spazio destinato a deposito.

Immediato l’intervento dei vigili del fuoco del locale distaccamento, che subito dopo essersi portati sul posto, hanno richiesto l’ausilio di uomini e mezzi del comando provinciale di Ragusa. Undici i mezzi dei pompieri oltre a due autobotti del Comune, che per ore hanno scaricato tonnellate di acqua sulle fiamme. Una densa colonna di fumo nero e un acre odore di bruciato, questi gli elementi che sono stati visti e sentiti, persino fino alla città di Comiso, centro che dista poco meno di 8 chilometri da Vittoria.

Sul posto, oltre ai mezzi destinati a domare l’incendio, decine e decine di uomini della polizia di Stato, della polizia municipale e dei carabinieri. Inoltre, anche personale di un istituto di vigilanza che si occupa della guardania del deposito, che ha dato manforte alle forze dell’ordine, per impedire l’accesso dei curiosi all’interno dell’area. I danni ammontano, da una prima sommaria valutazione, a parecchie centinaia di migliaia di euro.

<Ancora è presto per avanzare ipotesi> dice Rosario Amarù, vice questore dirigente del commissariato vittoriese<ma siamo orientati a valutare tutte le possibilità, compresa quella del dolo >.

Potrebbe esserci dunque lo “zampino” del raket delle estorsioni dietro questo incendio che per alcuni minuti ha fatto temere il peggio. Il deposito infatti, è adiacente ad una casa di riposo per anziani e le lingue di fuoco hanno lambito proprio le mura della stessa, tanto è vero che alcuni alberi sono stati aggrediti dalle fiamme. Inoltre, il deposito si trova pure dietro un noto ristorante circondato da alberi e vegetazione, e considerato che soffiava un forte vento di scirocco, si è temuto anche per questo. Per fortuna e per l’enorme impegno e professionalità profuse dai vigili del fuoco, a cui va il nostro plauso, il peggio è stato evitato.

E immediatamente si è fatto sentire l’onorevole Francesco Aiello, leader del movimento Azione Democratica. <Non mi stancherò mai di ripetere che non bisogna abbassare la guardia> dice Aiello<la nostra città è sempre stata “appetibile” perchè una città molto produttiva, laboriosa e piena di risorse.  Non dobbiamo dimenticare che i nostri produttori sono quelli che hanno inventato le serre e hanno dato impulso all’economia, e non solo locale. Questi segnali vanno letti e non vanno sottovalutati, non possiamo permettere a nessuno di mettere a repentaglio la sicurezza della città e la libertà individuale dei cittadini>.

[Best_Wordpress_Gallery id=”13″ gal_title=”00022 – vittoria raket?”]

Print Friendly, PDF & Email