Vittoria. I conti con la giustizia si pagano. La Polizia arersta BOUAJILA Anjs.

VITTORIA – Rintracciato dalla Polizia del Commissariato di Vittoria, condotto presso gli Uffici e dopo le formalità di rito tradotto a Catania presso l’Istituto Penale per Minorenni dove dovrà scontare la pena a tre anni, dieci mesi e 29 giorni.

Si interrompe così la vita libera di BOUAJILA Anjs, nato a Vittoria, 21 anni da compiere tra pochi giorni.

Irrequieto giovane, ben noto alle forze di Polizia, che si affaccia nella scena delinquenziale locale già nel 2008, ancora infraquattordicenne, commettendo una rapina in concorso con altro soggetto di origine tunisina.

Questa condanna, divenuta definitiva lo scorso febbraio riguarda episodi di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente commessi ad Acate nel maggio 2013 ed a Comiso nel 2012. Complessivamente ha accumulato la pena di 4 anni di reclusione e 15.400 euro di multa oltre la pena accessoria dell’interdizione dai pubblici uffici per 5 anni.

Dopo l’espiazione della pena, dovrà essere sottoposto alla Misura di Prevenzione prevista dal Codice Antimafia, dato che il Tribunale, su proposta del Questore di Ragusa gli ha applicato la Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza.

Print Friendly, PDF & Email