Vittoria. Denunciata banda di romeni

VITTORIA – In tre, due uomini e una donna, tutti romeni, sono stati denunciati dalla Polizia di Vittoria all’esito di accurate indagini avviate dopo che le Volanti del Commissariato erano dovute intervenire presso un avviato esercizio commerciale a seguito di una richiesta di soccorso.
Gli Agenti accertavano che il gruppo di tre persone, peraltro note perché saltuari clienti del negozio che commercia in articoli per la casa e detersivi, si erano aggirate per le corsie riponendo nel cestino porta articoli pochi oggetti, ma riponendo all’interno della capiente borsa di una delle donne  diverse boccette di profumi. Due delle commesse che avevano notato tutto, li hanno tenuti d’occhio, senza perderli mai di vista e seguendoli sino alla cassa. Lì, i tre pagavano pochi oggetti per l’ammontare di 5 euro di spesa. Le commesse quindi chiedevano di vedere cosa ci fosse dentro la borsa blu personale di una delle donne, che rispetto alle condizioni di ingresso, si mostrava con un evidente rigonfiamento, ricevendone un netto rifiuto e disappunto; anzi, le commesse venivano violentemente strattonate perché si togliessero dal corridoio d’uscita ed addirittura una scaraventata a terra pur di avere il passaggio libero verso l’uscita del negozio. La commessa si rialzava ed inseguiva fuori la donna, riuscendo ad afferrare la borsa; ma l’uomo del gruppo era già uscito ed afferrava la commessa per i capelli permettendo alla complice che le mordeva la mano, di divincolare la borsa e fuggire; poi i tre si ponevano in sella ad uno scooter e si allontanavano.
La Polizia dopo avere assunto precise indicazioni e sulla scorta della descrizione dei soggetti, da lì a poco individuava un luogo, in c.da Resinè dove trovava i tre romeni che corrispondevano alle descrizioni, lo scooter dello stesso modello e marca di quello usato per la fuga ed una borsa blu con i manici rotti dello stesso tipo di quella usata dalla ladra.
Condotti presso gli Uffici del Commissariato i tre erano identificati e foto segnalati e successivamente poste in visione le foto alle vittime, riconosciuti come gli autori del delitto.
Per tali motivi i tre stranieri sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per i reati di rapina in concorso e lesioni personali, visto che una delle commesse, a causa dell’aggressione ha riportato ferite.

Print Friendly, PDF & Email