Vittoria. Esecuzione per un uomo “senza storia”

Vittoria – Sicilia – 24/01/2016 – Erano da poco passate le 21,00 quando gli abitanti del quartiere Forcone hanno sentito alcuni spari provenire dalla strada, via Guido De Ruggero, quasi all’angolo con la via Torino. Le armi, molto probabilmente pistole, hanno “tuonato” per uccidere un uomo apparentemente senza storia: Giorgio Saillant, 57 anni, dipendente del Ministero degli Interni, vigile del fuoco presso il distaccamento provinciale di Ragusa, con l’incarico di capo reparto. La prima ad accorrere in strada, è stata la moglie del pompiere, trovandosi di fronte una scena che non cancellerà mai più dai suoi ricordi, oltre a lei, altri vicini che hanno sorretto la donna colta da malore. Saillant era sposato e aveva due figli, aveva appena posteggiato la sua Passat station wagon davanti a casa, quando uno o più persone, con fredda determinazione hanno sparato all’uomo in pieno volto, mentre ancora si trovava in auto, mandando in frantumi il vetro anteriore. Una esecuzione di quelle che solitamente vengono riservate a gente di altro stampo. Incredulità e commozione tra quanti conoscevano Saillant. Poco prima di mezzanotte sul posto sono stati eseguiti i rilievi in presenza del PM, Monica Monego. Certamente verrà disposta l’autopsia per cercare di capire se a sparare, come riferito, è stata una sola persona o se erano in due.
Sul posto carabinieri e polizia per indagini che si prospettano davvero difficili.
E in città si torna a parlare di paura, una paura che veleggia nell’aria e che è sempre tangibile.

Print Friendly, PDF & Email